AIRSWAP

familyplotdef

 A cura di Airswap e Mara De Falco Un progetto artistico senza confini spaziotemporali. Ecco cos’è Airswap. Nato dalla mente di Arianna Callegaro e sviluppato in collaborazione con Luca Mazza, Airswap è un contenitore potenzialmente illimitato, mobile e in costante accrescimento. Lo è per sua natura e per quella dei luoghi in cui approderà: gli aeroporti. Zone fluide, di passaggio. Territori relazionali. Snodi pulsanti tra etnie e culture. È lì che Airswap troverà compimento. Un giorno i viaggiatori, muovendosi tra scale mobili e tapis roulant, tra gates e metal detectors, tra imbarchi ed approdi, s’imbatteranno in speciali kiosk, in cui potranno barattare un loro indumento con uno Airswap. Vantaggio ben più sostanzioso dello sconto al duty free, perché nella permuta guadagneranno un pezzo unico, un’opera d’arte, un valore aggiunto. ‘Mettetevi nei nostri panni’, suggeriscono gli ideatori del concept, rivolgendosi, prima agli artisti, invitati a modificare i capi d’abbigliamento messi a loro disposizione da Airswap. Poi, ai passeggeri che si presteranno al change. Si delinea così una dinamica in tre momenti – scelta dei materiali; realizzazione della modifica; effettuazione dello scambio – che condensa passato, presente e futuro, moltiplicata per quanti saranno i percorsi che ciascun protagonista determinerà. Storie che iniziano dai vestiti, rigorosamente usati, e dunque già carichi di un trascorso. Proseguono nelle postproduzioni dei creativi, che li trasformano con un segno peculiare ed esclusivo. Si definiscono nel baratto, senza però cristallizzarsi in un epilogo. Finali aperti per racconti dalle trame imprevedibili. Come inimmaginabili sono le interpretazioni che gli artisti, coinvolti in questa fase itinerante e conoscitiva dell’azione, hanno dato dell’abito selezionato, mutandolo in qualcosa di diverso per riflettere su molteplici tematiche. Sull’interiorità dell’uomo, tra ragione e passione, tra mente e corpo

http://www.lucamazza.net/archives/524

air family

200cm x 140cm

elaborazione digitale stampa su carta

2009