SAVE THE ICON – ELVIS PRESLEY

“Save the Icon”, uno a caso Elvis Presley Il nuovo progetto artistico di Roxy in the box è una sperimentazione performativa/fotografica sull’uso delle icone storiche nel nostro contemporaneo. Attraverso la ricerca che l’ha condotta a “Save the icon”, l’artista ha inteso provocare lo spettatore sull’impossibilità di soluzioni all’avanzare di un “mondo liquido” che scorre sempre… Read more »

La Sposa Madre

    La nuvola intorno, le schegge negli occhi. La morbidezza del tulle, il freddo del marmo. Il gelo di un lutto che annebbia ed abbaglia. Velo su velo. Pieghe su pieghe. Piaghe su piaghe. Quale madre non vorrebbe tenere il figlio in una culla ovattata? E quale sposa non custodirebbe l’amato nel sigillo del… Read more »

THE SECRET OF LOVE

La video installazione “The Secret of Love” è caratterizzata da un’estetica altamente riconoscibile come quella dei gangster movies americani degli anni ‘40 e ‘50. A questo tratto distintivo, strettamente statunitense, fa da contrappunto il sound mediterraneo di Raiz che si apre di fatto alle culture del resto del mondo. In questo gioco delle parti, due… Read more »

AL DI QUA DEL TEMPO

Al di qua del tempo video installazione 2011     La forza dell’arte di Daniela Trincia Un brandello di porta con la toppa. Un buco di una serratura da cui guardare o spiare. È così  che l’opera di Roxy in the box si presenta al pubblico. Ma è proprio questa (apparente) semplicità che cozza col contesto… Read more »

GROS SEL, PEDILUVIO e COSCIENZA

Gros Sel e Pediluvio
Roma, 2011

PERFORMANCE EXHIBITION SERIES a cura di CHIARA VIGLIOTTI
La serie di performance SO EXOTIC! è un progetto a cura di Chiara Vigliotti che si inserisce all’interno dell’intervento culturale Reload. La mostra apre al pubblico sabato 5 marzo dalle ore 20.00 alle 22:00 negli spazi del lucernaio delle officine Rosati, con un focus italiano sulla pratica performativa contemporanea.

Partecipano al progetto Paolo Angelosanto, Tiziana Contino, Loredana Galante, Lorenzo Mazzi e Roxy in the Box provenienti da cinque diverse città italiane e presentati da cinque colleghi curatori e direttori di museo, che con l’ausilio di un video messaggio introdurranno agli spettatori, ciascun artista.

“Il titolo emerge da una riflessione intellettuale che contempla due aspetti: il primo riguarda la volontà di ideare un progetto che fosse qualitativamente accattivante e che invitasse alla partecipazione artisti non solo romani, pur mantenendo dei costi di realizzazione pari a zero. Per farlo mi sono posta il presupposto oggettivo della sfida curatoriale e della condivisione delle idee con altri colleghi. Esotico è quindi inteso come sinonimo di diversità che incuriosisce e con la quale si vuole interagire.

Il secondo aspetto, letteralmente da esotismo cioè inerente a paesi lontani, invita a riflettere sull’uso delle pratiche curatoriali no budget, che pur nel rispetto dell’indipendenza dell’arte, ritengo profondamente lontani dalla realtà e dalle reali necessità culturali, che necessitano per sopravvivere di investimenti spesso privati, a tutela degli operatori del settore e per la salvaguardia del lavoro di ricerca degli artisti.”

(Chiara Vigliotti )

BACK HEART

BACK HEART omaggio a Micheal Jordan acrilico su tela 2009       I sentimenti affiorano languidamente dalle note di una musica dall’accento popolare e si focalizzano su di un pallone da basket che incessantemente padre e figlio si passano di mano in mano a riassumere la reciprocità degli eventi e degli affetti.

IL CIELO IN UNA STANZA (defense or control?)

il cielo in una stanza

            Il titolo allude ironicamente alla mancanza di relazione con l’esterno in cui opera chi controlla il territorio per fini illeciti che spesso cade vittima di un delirio di onnipotenza nel chiuso delle sue 4 mura. Il lavoro riflette su alcuni degli istinti che l’uomo ha mutuato dagli animali. Ma,… Read more »

MESSAGE IN A BUBBLE

installazione
acrilico su mdf, 2008

Le mille bolle blu, colorate e gioiose cantate da Mina, sono proprio da archiviare. Con Roxy in the Box (Napoli, 1967) il motivo è diventato un jingle da discoteca, il sapone è ora gomma da masticare e il mondo regala sogni solo a chi afferma la propria immagine con glamour e sex-appeal, senza rimanere soffocato dalla polvere di stelle nell’universo di vanity fame costruitosi.

Si sviluppa così un concetto a tratti autobiografico -di arte e amore, verità e bugie, illusioni e falsità- che lega tra loro quattro opere pittoriche, un video e una video-chat. Si schiudono sulla parete, come i petali di un fiore, i 42 tondi ad acrilico su tavola di Message in a Bubble, un luogo circoscritto dove l’immaginazione diviene un medium per raffigurare persone e personaggi. Volti sconosciuti di chi resiste, vincendo battaglie personali, di chi chiedendo un abbraccio fa da contrappunto alla voglia di condividere in Sharing bubbles, mentre per qualcun altro The bubble has burst, il sogno o l’incantesimo della vita è scoppiato mettendo a nudo la durezza della realtà. Messaggi d’amore e speranza sono contenuti invece nella coppia che soffia su una nuova bolla in Forever, tutti caratterizzati da scritte brevi, da leggere in velocità come uno slogan pubblicitario, con una grafica riconducibile a quella dei comics, dei font da spot e da computer.

PULP AZIONI

        SORRIDERE “SCAMAZZANDO” PULCINELLA «Io a Pullecenella ’o scamazzasse!». L’espressione è indubbiamente colorita, ma fra quelli che la conoscono nessuno se ne stupisce. E quelli che non la conoscono ancora potranno rimediare, da stasera fino alla fine di gennaio 2007, grazie alla galleria Franco Riccardo Arti Visive, in via Santa Teresa al… Read more »

T’AGGIA SCASSA’ O’ SANGHE

Singer/Performer: Gennaro De Masco T’aggia scassà ‘o sanghe. Quale promessa più efferata, quale minaccia più iperbolica? Eppure tutto è ormai possibile, in una realtà a tinte forti che Roxy In The Box coglie in tutta la sua “naturale” ferocia. Opponendo, ai denti digrignati dalla rabbia, gli occhi sgranati dell’innocenza ferita. Ma T’aggia scassà ‘o sanghe… Read more »

MATER Annunciazione

titolo opera: MATER
autore: roxy in the box
tecnica: acrilico su tela
misure: 140cm x 180cm
anno: 2007
Installazione annunciazione
video dvd
3’41”
2005

Kitakkat

Singer: Gennaro De Masco   Corpi a denominazione incontrollata, marchi registrati che registrano il caos feticistico, scene superpop tra ruoli sociali e moltiplicazioni d’identità… Roxy in the box scivola lungo gli scaffali del supermercato, dentro gli armadietti del bagno, davanti alle mensole in cucina, tra cassetti e cassettoni stracolmi di cose. Ma, soprattutto, scivola lungo… Read more »

BETWEEN THE SHEETS

Between the sheets
video pittura installazione, 2003

L’installazione è “Between the Sheets” dove c’è un uomo e una donna good morning e bonjour bonjour, ad un certo punto i personaggi di questo video indossano delle camicie di forza, è stata una riflessione sull’inizio di ogni giornata di tutti noi, non tutti hanno la possibilità di iniziare ciò che si desidera.

IL BASILICO DI STEPHANIE

Il basilico di Stephanie
autore: roxy in the box
tecnica: acrilico su tela
misure: 150cm x 150cm
anno: 2001
animazione
2003
elaborazioni digitali
2003